Come Donare

image4Chi intende diventare donatore può recarsi presso una sede o un centro di raccolta sangue.

Il mattino del prelievo è preferibile essere a digiuno o aver fatto una colazione leggera a base di frutta fresca o spremuta, thè o caffè.

Il colloquio con il medico aiuterà a stabilire l'idonietà e ad individuare quale tipo di donazione è più indicata: snague intero o aferesi.

Ad ogni donazione il medico per prima cosa effettuerà un colloquio (per l'accertamento di eventuali situazioni che rendano la donazione controindicata tanto per la salute del donatore che per la sicurezza del ricevente) e una valutazione clinica del donatore (battito cardiaco, pressione arteriosa, emoglobina).

Il prelievo di sangue è assolutamente innocuo per il donatore e ha una durata di cira 10 minuti. In tutta la procedura di prelievo viene utilizzato materiale monouso e sterile.
 Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centrimetri cubici +/- 10%.

Dopo il prelievo viene offerto un piccolo ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort post donazione.

 

Benefici sul lavoro

Al lavoratore dipendente, che ne faccia richiesta, viene rilasciato un certificato medico da consegnare al datore di lavoro attestante l'avvenuta donazione.

I benefici concessi al lavoratore dipendente sono individuati nella legge n° 219 del 21/10/2005:

- diritto di astenersi dal lavoro per il giorno del prelievo

- corresponsione della normale retribuzione lavorativa giornaliera.

- diritto al riconoscimento dell'accredito dei contributi figurativi relativi ai periodi di assenza dal lavoro per scopo donazione di sangue.

Esami obbligatori ad ogni donazione:

- Sistema ABO, fattore RH, fenotipo Kell

- HIV 1/2 Ab (per AIDS)

- HBsAg (per l'epatite B)

- HCV Ab (per l'epatite C)

- Accertamento sierologico per la sifilide

- NAT (test acido nucleico virale) per l'HIV1-HBV-HCV

- Esame emocromocitometrico completo

- Colesterolemia totale

- Triglicerideremia

- Transaminasemia

- Sideremia

- Proteinemia totale

- Creatininemia

Per accertate l'idoneità, a discrezione del medico, può essere prescritto l'esame elettrocardiografico.

Inoltre l' A.D.V.S. fornisce una consulenza dietologica gratuita ai donatori che ne fanno richiesta.

Tutto ciò rappresenta un valido screening di malattia preventiva.

In quanto tempo si ricostituisce il sangue donato?

Il plasma viene ricostruito in breve tempo per il richiamo dei liquidi tissutali nel sangue, mentre la componente corpuscolata si ripristina da poche ore (piastrine e globuli bianchi) a circa 7 giorni per i blobuli rossi.